ITALIA: S.O.S EVASIONE

Questo è un altro mio articolo scritto ad hoc per una rivista che si occupa di Finanza ed Economia. Ci tenevo a proporlo anche sul mio blog.evasione-fiscale3

Essere primi in classifica non fa sempre piacere, soprattutto se si parla di evasione fiscale, un argomento delicato quanto importante dove l’Italia sa il fatto suo, difatti il “belpaese” è primo nella graduatoria dell’evasione fiscale in Europa, con 180 miliardi di euro all’anno sottratti all’Erario e 418 miliardi di euro di Economia sommersa, ci seguono altri grandi paesi come Germania e Francia (158 e 120 miliardi di euro l’anno),chiudono il quintetto  Gran Bretagna e Spagna con un’evasione superiore ai  70 miliardi. **

Paese € di Evasione fiscale € *Economia sommersa € differenza di evasione con l’Italia
Italia 180 MILIARDI 418 MILIARDI /
Germania 158 MILIARDI 400 MILIARDI   22 MILIARDI
Francia 120 MILIARDI 292 MILIARDI 60 MILIARDI
Gran Bretagna 74 MILIARDI 212 MILIARDI          106 MILIARDI
Spagna 72 MILIARDI 239  MILIARDI   108 MILIARDI

*Economia sommersa: è l’insieme delle attività che pur rientrando nel calcolo del PIL (prodotto interno lordo) non vengono tassate perché non sono regolarmente registrate

 

Paese G.S/G.I*100
Romania 32.6 %
Lituania 32 %
Estonia 31 %
Lettonia 29.2 %
Cipro 28 %
Grecia 27.5 %
Malta 27.2 %
Polonia 27.2 %
Italia 27 %

Il primato ci spetta se consideriamo l’evasione fiscale in valore assoluto, ma se invece consideriamo come metro di giudizio il rapporto tra il gettito sottratto all’Erario, quindi allo Stato, e il gettito fiscale effettivamente incassato dallo Stato stesso, il nostro paese lascia il primato, non certamente per essere riconosciuto come un “buon” paese, poiché ci posizioniamo comunque nella “top ten” degli evasori, facendoci superare da paesi come  Romania, Lituania, Estonia, Cipro, Grecia, Malta e Polonia che non possono essere di certo considerati dei Paesi di prima fascia come quelli menzionati precedentemente.

G.S : Gettito sottratto allo Stato-G.I: Gettito incassato dallo Stato

Il problema sta assumendo dimensione gigantesche, gli evasori aumentano sia in numero sia nell’ammontare per il quale  evadono il fisco e non sono solo i piccoli artigiani che, se pur sbagliando, non adempiono ai loro doveri per aver la pagnotta leggermente più grande a fine mese, ma sono anche e soprattutto industriali,  bancari e assicuratori che assieme ad altri settori, come la ristorazione, il turismo e l’agricoltura costituiscono la maggior parte della maxi evasione tributaria nel nostro paese.

tasse-italia-2012infophoto-anteprima-600x400-721240

Le regioni più colpite da questo fenomeno negativo che mette ulteriormente in ginocchio l’economia del Paese sono in primis la Lombardia, con quasi il 16% di evasione, seguono a ruota il Veneto e la Valle d’Aosta rispettivamente con il 15% e il 14.2%, il Lazio sfiora quota 14% del disagio, poi ci sono Liguria e Piemonte (circa 13.5%) seguite dal Trentino (13.1%), la Toscana (12.6%) e le Marche (11.9%).

La regione del sud che  evade di più è la Puglia con l’11%, ben distaccata dalle regioni del Nord e del centro Italia appena menzionate, seguita a ruota dalla Sicilia a quota 10.6 %.

Secondo una statistica, in Italia ci sono 3 milioni di lavoratori in nero, tra italiani e stranieri e quasi l’80% delle società non paga effettivamente tutto quello che dovrebbe all’Erario, senza poi considerare tutti gli scontrini che non vengono emessi da negozi e bar che fanno toccare quota 8 miliardi di euro, una cifra da capogiro che fa davvero prendere coscienza dell’importanza che può avere il cliente stesso nel chiedere lo scontrino dopo aver consumato la colazione o acquistato un vestito, proprio per questo motivo è stato creato Evasori.info, una piattaforma dove è possibile, in maniera del tutto anonima, segnalare un’evasione, come appunto la mancata “stampa” e consegna dello scontrino fiscale, che è obbligatorio effettuare e consegnare al cliente.

Questo sistema è molto efficace e soprattutto immediato, grazie alla possibilità di effettuare il segnale con il proprio smartphone in qualsiasi momento, l’importante è indicare il luogo e l’indirizzo e cosa ancor più importante l’ammontare dell’evasione, questo sistema è una ottima arma contro questo fenomeno e permette di aiutare il paese e le forze dell’ordine in maniera del tutto pulita e trasparente, senza possibilità di intaccare la privacy di alcun cittadino e nessuna possibilità di diffamare alcuna persona. Dalla data della sua creazione Evasori.info ha fatto segnalare 813’067 evasioni per un totale pari a € 123.904.566,63 e il dato è in continuo aggiornamento.

**_ dati rilevati da Tax research London, secondo l’Agenzia delle Entrate invece l’evasione italiana sarebbe pari a 125 miliardi di euro e l’economia sommersa, stimata dal Ministero dell’Economia, a 275 miliardi.

Fabio Fagnani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...